Sicurezza

Si sconsiglia di effettuare escursioni non organizzate e senza accompagnatore fuori dalla capitale. Inoltre, è necessario prestare molta attenzione nelle zone di confine con l’Uzbekistan data la presenza di alcuni campi minati non segnalati, così come in aree di alta montagna difficilmente accessibili. Si raccomanda di attraversare il confine con l’Uzbekistan esclusivamente in corrispondenza degli appositi posti di controllo, considerata la pericolosità di un passaggio non autorizzato dalle guardie di frontiera.
Sono considerate luoghi non sicuri i confini con il Tajikistan e le zone meridionali del paese. Il Kyrgyzstan si trova in un’area a rischio sismico, in particolare nella zona nord–est, a confine con Cina e Kazakhstan. Da maggio ad agosto si consiglia di prestare attenzione nel sud – est del paese, in quanto possono verificarsi valanghe e frane causate dallo scioglimento dei ghiacciai. Le maggiori realtà urbane presentano un indice di criminalità comune locale inferiore a quello dei paesi occidentali, anche se sono attivi gruppi di criminalità organizzata nel traffico di droga. Si sottolinea che è proibito fotografare installazioni militari, così come le postazioni per i controlli di frontiera. È consigliato il massimo rispetto degli usi e costumi locali, in particolar modo nelle conservatrici zone periferiche. Non uscire, durante il soggiorno, con passaporto, carta di credito e biglietti aerei, ma portare con sé una fotocopia del passaporto.